Pin It

Lo scorso 26 ottobre è stato presentato ed approvato in seduta di Consiglio Comunale, il Piano d'Azione per l'Energia Sostenibile (PAES - in inglese: SEAP Sustainable Energy Action Plan), ovvero il documento che descrive in modo dettagliato il percorso attraverso cui  il comune di Mezzago si prefigge di raggiungere entro il 2020 gli obiettivi definiti dal Patto dei Sindaci.

Il Patto dei Sindaci è la prima e più ambiziosa iniziativa della Commissione Europea che ha come diretti destinatari le autorità locali ed i loro cittadini, per assumere la direzione della lotta contro il riscaldamento globale. Ogni firmatario del Patto dei Sindaci – Città, agglomerazione urbana o regione – assume un impegno volontario e unilaterale per andare oltre gli obiettivi dell’Unione Europea (EU) in termini di riduzione di CO2. Più precisamente entro il 2020:

  • ridurre le proprie emissioni di CO2 del 20%
  • aumentare del  20% il livello di efficienza energetica
  • aumentare del  20% la quota di utilizzo delle fonti rinnovabili.


I Comuni che aderiscono al “Patto dei Sindaci” devono tradurre in pratica gli impegni presi con l’Europa, attraverso la realizzazione delle seguenti azioni:

  • preparare un inventario base delle emissioni (baseline) come punto di partenza per il Piano di Azione per l’Energia Sostenibile;
  • presentare il Piano di Azione per l’Energia Sostenibile entro un anno dalla ratifica;
  • adattare le strutture della città, inclusa l’allocazione di adeguate risorse umane, al fine di perseguire le azioni necessarie;
  • mobilitare la società civile al fine di sviluppare, insieme a loro, il Piano di Azione;
  • mobilitare la società civile al fine di sviluppare, insieme a loro, il Piano di Azione;
  • presentare, su base biennale, un Rapporto sull’attuazione, includendo le attività di monitoraggio e verifica;
  • condividere l’ esperienza e la conoscenza con le altre unità territoriali;
  • organizzare, in cooperazione con la Commissione Europea ed altri attori interessati, eventi specifici che permettano ai cittadini di entrare in contatto diretto con le opportunità e i vantaggi offerti da un uso più intelligente dell’energia e di informare regolarmente i media locali sugli sviluppi del Piano di Azione;
  • partecipare attivamente alla Conferenza annuale UE dei Sindaci per un’Energia Sostenibile in Europa;diffondere il messaggio del Patto nelle sedi appropriate e, in particolare, ad incoraggiare gli altri Sindaci ad aderire al Patto

Con l’adesione al Patto dei Sindaci il Comune di Mezzago si è impegnato a elaborare e attuare un proprio Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile, per ridurre in modo significativo le proprie emissioni di CO2 al 2020. Secondo le indicazioni della Commissione Europea il PAES include: (il documento in forma integrale è consultabile qui)

  • l’inventario delle emissioni di CO2 al 2005;
  • l’insieme delle azioni previste nel periodo 2005-2020 (Piano d’Azione).

I settori prioritari di attuazione del PAES sono: l'edilizia pubblica e privata, la mobilità e i trasporti, con effetti a breve e medio termine. Si assisterà a una progressiva riduzione delle emissioni di CO2, che si stima superi il 20% entro il 2020, rispetto al livello del 2005.

Lo sviluppo e l’attuazione del SEAP si concentra su due linee strategiche:

  • maggiore efficienza e risparmio energetico, che interessa tutti i settori di consumo e tutta l’area urbana, ossia tutti i cittadini;
  • creazione di un clima favorevole e amichevole nei confronti delle buone pratiche ambientali ed energetiche, del contenimento dei consumi e della produzione locale di energia, con misure attive da parte del comune verso i propri cittadini.

Il gruppo tecnico incaricato della redazione del PAES e che supporterà l’Amministrazione Comunale nella realizzazione delle azioni in esso definite,  è composto da Fondazione Idra che coordina il gruppo di lavoro e la raccolta dati,  dal gruppo GRISS dell’Università Bicocca che si occupa di redigere il Baseline e lo studio ING che si occupa di redigere il PAES.